Archivio

Posts Tagged ‘run’

Signori e signori la DjTen

Non dirò molto, lascierò parlare le immagini, anche se durante la gara non ne ho prese.

Innanzitutto Il Village:

Come al solito il pre gara è sempre elettrizzante. Tanta gente in giro, senso di far parte di un gruppo che corre e che si diverte a farlo assieme.

Era la prima giornata con temperatura mattutina sotto i 10°. A casa mia sul terrazzo del soggiorno stamattina c’erano 7°. Lì a Milano probabilmente qualcosa in più, ma non molto.

Per cui in abbigliamento da gara il primo problema era non raffreddarsi troppo.

Qui al via:

La gara era abbastanza carina, come sempre correre con persone è bellissimo. Il percorso non particolarmente spettacoloare. La zona di S.Siro non è il centro di Milano, di Roma o Barcellona dove ho corsa fino ad adesso.

Il mio tempo: 43’05”

Nota sono entrato al traguardo assieme a Linus.

Qui la premiazione presentata dal Trio Medusa.

Tutto sommato una bella domenica mattina!!

P.s. nell’ultimo video c’è un runner famosissimo

Deejay Ten

Domani “corsa tra amici”. A Milano la Deejay Ten tiene banco. Oggi sono stato al ritiro del pacco gara nonchè del pettorale. I ragazzi di Deejay hanno organizzato un bel “villaggio” in cui ritirare il tutto: l’ippodromo. Chissà perchè non ci si va mai. E’ proprio un bel posto.

Per ciò che riguarda la gara, invece, non ho ancora studiato il percorso e credo di non farlo. Lo scoprirò correndo. Vorrei fare un buon tempo e magari puntare alla posizione 405, in regalo un orologio della Garmin. L’ultimissimo modello satellitare, il 405 credo.

Domani inserirò qualche info e magari qualche video o foto.

A domani quindi!!

Mezza di Monza

Riprendo parzialmente il comunicato stampa per una breve opinione sulla gara di Monza di questo weekend appena passato.

Il tempo è stato clemente, la partecipazione veramente buona, si parla di oltre 2200 atleti al via. Il percorso abbastanza suggestivo con un la partenza e l’arrivo all’interno della pista di F1 e il resto della gara che si muoveva nel Parco. Io nel Parco di Monza ci corro frequentemente, mi sento di casa, ma così in questa veste era proprio un’altra cosa! Abbiamo totalmente bloccato le vie del parco, il fiume di persone che correvano erano una vista di sicura suggestione.

Veniamo alla mia gara. Sono partito un po’ stanco, non so che ho in questo periodo, ma le gambe sono pesanti, ho poca energia, avrei quasi preferito osservare la gara da fuori….
Invece la gara l’ho corsa e, devo dire, mi sono anche divertito. Ho fatto il personal sulla mezza, ma ci volevo poco era la mia seconda.. Comunque credo e spero di avere ancora qualche margine di miglioramento.

Questo è l’andamento della mia gara.

Mi piacerebbe prima della Maratona di Milano fare un’altra Mezza, chissà quale mezza c’è ben piazzata sul calendario e vicina a casa.

Human Race

Al via la gara. Bella, bellissima, l’accoppiata corsa musica, si svolge lungo un percorso cittadino fantastico, il primo passaggio è al fianco del Colosseo illuminato magistralmente.
La gente è rilassata e tanta!! Un solo neo, fa un caldo notevole, la partenza mi ha visto personalmente soffrire da subito. Ho cercato di recuperare un po’ di posizioni e questo mi ha stancato abbastanza, alla fine ero veramente stanco, ero fradicio, l’ingresso al Circo Massimo con il concerto già in atto è stato veramente bellissimo.
Una bella sensazione, come sempre correre con tanta gente, in maniera così spensierata e appassionata.
Bello da vero!

Correre durante il weekend

Durante la settimana riuscire a ritagliarsi qualche mezz’ora per seguire un allenamento specifico può diventare una fonte di stress. Non sempre uno riesce ad andare a correre quando avrebbe pianificato, o quando si era preparato mentalmente. Capita la riunione lunga, l’appuntamento fuori città subito dopo il pranzo o prima di cena, giusto per sabotare le intenzioni migliori di chi avrebbe voluto, invece, farsi qualche ripetuta, o un allenamento progressivo. Correre prima del lavoro va bene per chi ha orari flessibili e comunque solo a determinate condizioni. Durante pausa pranzo è uno sbattimento e si deve avere abbastanza tempo. La sera va bene per chi non finisce troppo tardi. Insomma due palle!!! E un vero disastro riuscire a tenere una certa frequenza e regolarità per chi cerca di fare un pochino sul serio.
Io esco a pranzo, faccio il criceto, corro in palestra. Unico compromesso possibile col fatto di lavorare in città e volere fare uno sport, che normalmente si fa all’aria aperta. A volte con la bella stagione se ho appuntamenti in tarda mattinata esco prima e mi faccio una corsetta al parco. Anche perchè crearsi delle condizioni artificiali non può essere una soluzione definitiva, il parco con il suo sali e scendi, le curve, lo sterrato e l’asfalto sono le condizioni migliori, il tapis va bene per impostare un allenamento.

Il weekend cambia tutto! Tempo a volontà, percorsi a scelta, senza dover fare tutto, letteralmente, di corsa. Puoi uscire e decidere dove, quanto e quando vuoi fare la tua uscita!

L’unico limite: in estate correre durante la giornata può essere difficile viste il calore soffocante. Questo weekend sono uscito sabato. Venerdì notte c’è stato un acquazzone e la mattina c’era una temperaturina perfetta: 21°. Che dire il massimo, sono partito alle 9.30 e ho fatto un allenamento medio-lungo [http://sportstracker.nokia.com/nts/workoutdetail/index.do?id=335672] e me la sono goduta proprio. Il parco di Monza è favolso, quasi tutto alberato, quindi all’ombra, con piccole salite e discese, sterrato, molte fontanelle; d’estate la sete è micidiale.

In giro ho incontrato Renzo Barbugian, con cui ho discusso degli allenamenti preparativi per la maratona di Milano che inizieranno la prima domenica di settembre e di cui parlerò in uno dei prossimi post. Bella iniziativa e bell’incontro.